‘A star is born’, quando è nata una stella: così ‘Shallow’ ha portato Lady Gaga all’Oscar

‘A star is born’, quando è nata una stella: così ‘Shallow’ ha portato Lady Gaga all’Oscar

Non doveva nemmeno essere Lady Gaga la protagonista del remake di A star is born, il film del 2018 in onda stasera su Canale 5 in prima serata. Nel progetto originario, di cui si era iniziato a parlare nel 2002, la scelta era caduta su Jennifer Lopez: a dirigere il film era stato chiamato Joel Schumacher, ma il progetto venne poi accantonato. Si tornò a parlare del nuovo remake (il più celebre è quello del 1954 con Judy Garland) nel 2011, quando la produzione aveva pensato all’accoppiata Beyoncé Leonardo DiCaprio con Clint Eastwood dietro la macchina da presa. Alla fine, dopo una lunga serie di rinvii e di ripensamenti, la scelta per la regia è caduta su Bradley Cooper che, complice anche la gravidanza di Beyoncé, scelse come partner Lady Gaga dopo averla sentita cantare La vie en rose durante una serata di beneficenza.

in riproduzione….

Una decisione che ha fatto buona parte delle fortune del film, candidato a otto premi Oscar e molto amato dal pubblico di tutto il mondo (ha incassato in totale 435 milioni di dollari, il titolo di maggior successo di sempre tra quelli interpretati da una cantante): e l’unica statuetta, alla fine, è arrivato proprio dalla canzone Shallow, scritta da Lady Gaga con Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt.

in riproduzione….

Oltre ad essere perfettamente calata nella parte (anche lei ha dovuto faticare per imporsi nello show business e per vincere i pregiudizi), Gaga si è rivelata un’attrice di assoluto talento e la sua intesa con Cooper è stata oggetto di una lunga serie illazione su una love story alla fine mai confermata. Nella sua interpretazione, Cooper si è ispirato alla figura del cantante dei Pearl Jam Eddie Vedder, suo grande amico, ed ha lasciato grande spazio alle performance di Gaga, la vera rivelazione hollywoodiana di due stagioni fa.

in riproduzione….



Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione