Adobe aggiorna Creative Cloud: novità per Premiere Pro, After Effects e non solo

Adobe aggiorna Creative Cloud: novità per Premiere Pro, After Effects e non solo

Dopo diverse settimane ritorniamo a parlare di Adobe, questa volta non per la versione iPad di Photoshop aggiornata a fine luglio con nuove funzioni ereditate dalla variante desktop.

Protagonisti di oggi sono gli strumenti audio e video di Adobe Creative Cloud, che nelle scorse ore hanno hanno ricevuto un importante aggiornamento con l’obiettivo di massimizzare il potere creativo, incrementare l’efficienza e la flessibilità dell’editing e della post-produzione.

Le nuove funzionalità sono stante annunciate in occasione dell’ultima edizione di IBC, l’evento internazionale dedicato al mondo dei media e dell’entertainment, e riguardano Adobe Premiere Pro (in versione beta pubblica e stabile), After Effects, Character Animator e altro.

Presto in Character Animator

  • Le Riprese Sequenza, simili ai Livelli Sequenza di After Effects, consentono agli utenti di gestire riprese selezionate nella timeline di Character Animator. Sposta e avvia le scene una dopo l’altra per semplificare il tuo flusso di lavoro sulla timeline. Scopri cosa è in arrivo su Character Animator Beta e scarica l’app per provare subito questa funzione.

Migliorare le prestazioni tra le applicazioni

  • La Multicam ProRes in Premiere Pro può supportare sino a 2 flussi ulteriori, velocizzando i processi di editing con questo formato molto utilizzato.
  • In arrivo presto su After Effects, gli Effetti canale sono adesso accelerati da GPU per fornire prestazioni sino a 1,65 volte più veloci in After Effects. Includono l’effetto Min/Max, Scorrimento canali, Imposta canali e Combinazione canali.
  • Le Anteprime OpenEXR per i file multiparte e multicanale sono fino a 3 volte più veloci in After Effects (questo miglioramento era incluso nell’aggiornamento delle prestazioni di agosto per After Effects).

Le nuove versioni rilasciate sono disponibili per il download sull’applicazione desktop di Creative Cloud che include sia la versione finale, sia la versione beta pubblica.


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione