Auto ancora in sofferenza, immatricolazioni a -32,9% da inizio anno

Auto ancora in sofferenza, immatricolazioni a -32,9% da inizio anno

MILANO – Continua ad essere un annus horribilis per il settore auto. Secondo i dati diffusi oggi dall’Acea, l’associazione dei costruttori europei, le immatricolazioni sono continuate a calare anche nei mesi estivi nell’area Ue+Efta+Uk. A luglio sono state 1.281.740, pari a una flessione del 3,7% rispetto allo stesso mese del 2019, mentre in agosto sono state 884.394, il 17,6% in meno di agosto 2019. Nei primi otto mesi del 2020 sono state vendute 7.267.621auto,  con una contrazione del 32,9% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Tra i costruttori, Fca ha venduto a luglio 70.903 auto ( con una flessione del 7,2% sul 2019), pari a una quota del 5,5% (dal 5,7% precedente), mentre in agosto le immatricolazioni sono state 50.585 (-6,9%) con la quota che è salita dal 5,1% al 5,7%. Da inizio anno il gruppo Fca ha venduto 412.270 vetture, il 38,6% in meno dell’analogo periodo dell’anno scorso, con una quota del 5,7% a fronte del 6,2%.



Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione