Bologna, aggredita e violentata nel giardino di casa

Bologna, aggredita e violentata nel giardino di casa

BOLOGNA – Un senza fissa dimora di 30 anni, ivoriano, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver violentato una donna: è accaduto lunedì a Bologna. Una segnalazione al 112 riferiva infatti di una donna che gridava in via Enrico Mattei: la giovane, in preda al panico, ha raccontato ai carabinieri di essere stata violentata da uno sconosciuto che era ancora nei paraggi. L’uomo, a torso nudo e scalzo, è stato bloccato e identificato.

La vittima ha raccontato che poco prima si trovava nella sua cucina, situata al piano terra e con giardino che si affaccia sulla strada. Sentito un rumore, è uscita di casa e a quel punto è stata scaraventata a terra, baciata e denudata dall’uomo. La donna è riuscita a fuggire e si è rifugiata nell’androne condominiale: le sue grida hanno attirato l’attenzione di qualche condomino che ha allertato il 112.

La versione della vittima è stata confermata dai vicini di casa che l’hanno trovata seduta per terra mentre piangeva, chiedendo aiuto. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 30enne ivoriano, gravato da precedenti di polizia, è stato rinchiuso in carcere, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione