Huawei, solo 8,8 milioni di Kirin 9000 disponibili per i Mate 40

Huawei, solo 8,8 milioni di Kirin 9000 disponibili per i Mate 40

Circa 8,8 milioni di Kirin 9000. Sarebbe questo il quantitativo “esiguo” di processori a disposizione di Huawei per il suo Mate 40. Ad affermarlo è stato un noto leaker cinese che ha riportato questa indiscrezione su Weibo.

Per la produzione del nuovo chipset di Huawei con modem 5G integrato e realizzato con processo produttivo a 5nm, la TSMC ha avuto disponibili solo 22.000 wafer di silicio, ognuno è in grado di produrre 400 stampi. Da qui l’ipotesi del quantitativo di chipset effettivi che il produttore taiwanese ha fornito a Huawei.

Le prime aspettative puntavano ad 8 milioni di unità di Huawei Mate 40 spedite dal lancio previsto ad ottobre fino al termine dell’anno solare. Tuttavia, con l’inasprimento del ban da parte degli Stati Uniti TSMC ha già interrotto le forniture e non sarà più in grado di produrre altri chip in futuro per l’azienda cinese.

L’arrivo quest’anno del Mate 40 è stato fortemente in discussione: le restrizioni imposte dall’amministrazione Trump hanno condizionano in maniera rilevante la capacità di Huawei di effettuare gli approvvigionamenti della componentistica necessaria alla produzione.

Come se ciò non bastasse, secondo un recente rapporto diffuso da Digitimes, anche altre aziende cinesi per timore di violare le sanzioni commerciali statunitensi, avrebbero deciso di tagliare i ponti con Huawei. Più nello specifico si fa riferimento a fornitori di semiconduttori. Un’ulteriore doccia fredda dopo il dietrofront dei fornitori sudcoreani (oltre a TSMC anche Samsung, Samsung Display, LG Display e Sk Hynx).

La società ha voluto comunque sgombrare il campo dai dubbi sull’arrivo del suo top di gamma con un eloquente messaggio del CEO, Richard Yu, pubblicato su Twitter tramite l’account ufficiale Huawei Mobile UK: “la nuova generazione di Huawei Mate arriverà prossimamente.”


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione