La Rocca (Italo) sulle misure sui treni: «Attendiamo la decisione del Cts in serata»

La Rocca (Italo) sulle misure sui treni: «Attendiamo la decisione del Cts in serata»La Rocca (Italo) sulle misure sui treni: «Attendiamo la decisione del Cts in serata»

«Siamo appena usciti da una riunione con il Comitato Tecnico Scientifico dove abbiamo elencato tutte le misure di sicurezza attuate sui treni di Italo allo scopo di ottenere l’autorizzazione ad aumentare il riempimento di posti a bordo fino all’80%» ha dichiarato l’amministratore delegato di Italo, Gianbattista La Rocca, come già avvenuto con gli aerei (capienza ammessa al 100%) o per i mezzi pubblici (80%).

La capienza

Continua così il nodo restrizioni per la diffusione del Covid-19 sui treni ad alta velocità che attualmente permettono di viaggiare al 50% della loro capienza e che hanno messo in crisi la compagnia Italo-Ntv che si prepara a tagliare da ottobre 27 collegamenti per passare da una graduale diminuzione dei treni allo stop totale mettendo a rischio 1500 posti di lavoro e altri 3.500 dell’indotto.

‘); }

Le misure

«Oggi , come tutti sanno ,nonostante misure accuratissime che solo l’alta velocità applica, viaggiamo con un riempimento massimo del 50% , mentre tutti gli altri mezzi di trasporto del Paese, metro,bus, treni regionali , sono autorizzati ad arrivare all’80% .Per non parlare degli aerei che viaggiano da mesi senza alcuna restrizione — ha aggiunto la Rocca —. Una situazione la nostra che non ha eguali in tutta Europa dove si viaggia quasi ovunque con un’occupazione totale dei posti». Guardando ai nostri “cugini” europei sui treni è consentito il riempimento al 100% in tutti i Paesi tranne che per il Portogallo con Comboios de Portugal (CP) che ammette i due terzi della capienza e per l’azienda italiana di diritto francese Thello che permette di occupare un posto su due proprio perché opera in Italia.

La decisione

«Il Comitato alla fine della riunione ci ha chiesto ancora qualche ora per prendere la sua decisione che è attesa in serata — ha concluso il ceo—. Ci aspettiamo che la decisione di questa sera elimini la disparità di trattamento con gli altri mezzi di trasporto e permetta ad Italo di scongiurare una crisi profonda».


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione