LG Wing: lo smartphone con due display a ”90 gradi”! Lo abbiamo provato ed è ben fatto

LG decide di non immolarsi sugli smartphone pieghevoli e dopo aver proposto agli utenti smartphone con doppio schermo introdotto grazie ad una custodia molto particolare ecco che sul mercato per la prima volta propone LG Wing: lo smartphone con lo schermo ”rotante” che permette agli utenti di avere un’interazione con il device completamente nuova e diversa da quanto visto e fatto finora.

[HWUVIDEO=”3000″]LG Wing: due display a 90 GRADI! Che SPETTACOLO! Anteprima[/HWUVIDEO]

LG Wing: un display ruota e l’altro compare a sorpresa

LG Wing è uno smartphone della gamma ”Explorer Project” ossia un device che ha l’obiettivo di “scoprire concetti di usabilità ancora inesplorati nel mondo mobile”. Ed effettivamente quanto fatto con questo Wing è decisamente originale ma anche, come vedremo, molto pratico ed utilizzabile più di altri ”concept”. Lo smartphone, già visto attraverso numerosi leak e informazioni trapelate, è di fatto il primo del suo genere e questo perché seppur con un primo design praticamente convenzionale si trasforma magicamente in un dispositivo capace di ampliare il concetto base del telefono che fino ad oggi abbiamo sempre conosciuto.

Come detto LG Wing sembra ad un primo sguardo uno smartphone convenzionale, con il suo display OLED da 6,8 pollici e la sua tripla fotocamera, ma basta un gesto per svelare la sua doppia anima. Il display principale può ruotare di 90° in senso orario, posizionandosi in orizzontale e rivelando un secondo schermo da 3,9 pollici che permette di dare il via a nuove modalità di fruizione di contenuti sullo smartphone, soprattutto per quanto riguarda il multitasking (piuttosto scomodo sugli smartphone tradizionali). LG Wing amplifica le possibilità di multitasking facendo girare due app simultaneamente, una per ogni schermo, oppure estende sui due schermi le funzionalità delle app compatibili.

Ed ecco che l’utente può ad esempio guardare un video su uno schermo e interagire con altre app sul secondo schermo, senza mai interrompere la visione dei contenuti. Si può utilizzare ad esempio il browser Naver Whale, preinstallato sul dispositivo: con Tubi e YouTube il browser consente di usare lo schermo principale per riprodurre il video, mentre il secondario mostra commenti e barra di ricerca. Funzionalità simili sono disponibili sulle piattaforme di streaming come Rave e Ficto.

Il doppio schermo è poi supportato da diverse funzioni integrate: Multi App permette di impostare collegamenti a coppie di app in modo che si aprano con un sol tocco, ciascuna sul suo schermo. La Modalità con schermo aperto può rivelarsi utile in auto, consentendo di usare i due schermi contemporaneamente con applicazioni diverse, cosa che normalmente non avviene su uno smartphone tradizionale. È possibile anche consultare le indicazioni stradali sullo schermo principale e avere a completa disposizione il secondo schermo per le chiamate. Cambiando l’orientamento di LG Wing si possono inoltre creare nuove possibilità di multitasking e visione di contenuti.

LG Wing: le specifiche tecniche

Da un punto di vista tecnico ecco che lo schermo principale di LG Wing è un OLED FullVision da 6,8 pollici con una proporzione di 20.5:9 e il secondo schermo può essere utilizzato anche da impugnatura quando il primo è aperto. Grip Lock consente di tenere bloccato il secondo schermo quando non è necessario, in modo da prevenire tocchi involontari mentre si tiene lo smartphone.

Ci sono novità, grazie al nuovo form factor, anche in ambito fotografico. LG Wing utilizza tre fotocamere posteriori: una da 64MP con obiettivo grandangolare stabilizzato, una da 12MP con obiettivo ultra grandangolare e “pixel grandi” (f/2.2 / 120° / 1.4µm), e infine una da 13MP ultra grandangolo con obiettivo più luminoso (f/1.9) e campo visivo leggermente più ristretto (117° rispetto a 120° della prima). Quando lo schermo è aperto, la funzione Dual Recording utilizza simultaneamente la fotocamera frontale a scomparsa da 32MP e quella posteriore per registrare video esclusivi, con la possibilità di conservare i due file separati in formato 1:1 o 16:9.

La Gimbal Motion Camera è la novità di cui parlavamo prima, ed è la prima al mondo integrata in uno smartphone. Il secondo schermo del dispositivo può essere sfruttato come se fosse un’impugnatura che garantisce “la stabilità necessaria per registrare video fluidi in modalità orizzontale con una sola mano”, cosa ostica con altri smartphone. Lo smartphone offre funzionalità che solitamente si trovano solo su uno stabilizzatore fisico, come un joystick per controllare l’angolazione dell’inquadratura, un blocco per ridurre vibrazioni e sfocature, una Follow Mode, una modalità per ottimizzare il movimento orizzontale durante le riprese delle panoramiche (Pan Follow Mode), e una modalità per catturare movimenti dinamici e ritmici.

Il peso è una delle preoccupazioni maggiori quando si considera il fatto di essere di fronte ad un device con doppio display. Qui LG Wing pesa 260 grammi, comunque non troppi se si considera il form factor estremo e le accortezze introdotte sullo smartphone: fra queste il sistema che riconosce le cadute e nasconde in tempo la fotocamera per i selfie, o il modulo cerniera del secondo display con ammortizzatore idraulico che riduce lo stress sul meccanismo quando lo schermo principale viene aperto. Sul retro dello schermo principale, inoltre, è stato applicato uno strato di poliossimetilene termoplastico per facilitare la rotazione e prevenire eventuali graffi sul secondo schermo. Il meccanismo a cerniera di LG Wing è stato testato oltre 200.000 volte.

LG Wing possiede poi un processore che negli ultimi mesi sta dando molte soddisfazioni anche se non risulta il vero top di gamma. Parliamo chiaramente del chipset Qualcomm Snapdragon 765G 5G che permette non solo ottime performance ma anche la possibilità di utilizzare la rete 5G veloce grazie alla presenza del Modem 5G Snapdragon X52.

LG Wing, specifiche tecniche

  • Processore: Qualcomm Snapdragon 765G 5G Mobile Platform con Modem 5G Snapdragon X52
  • Display:
    • Schermo principale: OLED FullVision da 6,8 pollici, 20.5:9 FHD+ (2,460 x 1,080 / 395ppi)
    • Schermo secondario: OLED 3,9 pollici, 1.15:1 (1,240 x 1,080 / 419ppi)
  • Memoria: 8GB RAM / 128GB ROM / microSD (fino a 2TB)
  • Fotocamera:
    • Posteriore: 64MP 2 (F1.8 / 78°/ 0.8µm) / 13MP Ultra Grandangolo (F1.9 / 117° / 1.0µm) / 12MP Ultra Grandangolo con Pixel Grandi (F2.2 / 120° / 1.4µm)
    • Frontale: Pop up da 32MP 3 (F1.9 / 79.6° / 0.8µm)
  • Batteria: 4.000mAh con ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 4.0+ e ricarica wireless
  • Sistema Operativo: Android 10
  • Dimensioni: 169,5 x 74,5 x 10,9 mm
  • Peso: 260g
  • Reti: 2G / 3G / 4G / 5G
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 Dual Band a, b, g, n, ac / Bluetooth 5.1 / NFC / USB Type-C (compatibile con USB 3.1 Gen 1)
  • Colori: Aurora Gray / Illusion Sky

LG Wing: prezzo e disponibilità

Il nuovo LG Wing dunque cerca di reinventare il mercato degli smartphone non seguendo però la moda del momento ossia il display pieghevole. In questo caso si amplia l’interazione degli utenti con un doppio display che ruota proponendosi a 90 gradi. LG Wing non ha ancora un prezzo per l’Italia ma di fatto dovrebbe posizionarsi non sui 2.000€ della concorrenza ma nemmeno al di sotto dei 1.000€.

Di fatto lo sapremo presto visto che l’azienda ha fatto sapere di voler portare anche in Italia il nuovo LG Wing già nelle prime settimane di ottobre. E di certo sarà un lancio da seguire con cura perché LG Wing è uno smartphone che ci è piaciuto in queste prime prove e potrebbe effettivamente fare breccia nel cuore di molti utenti.



Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione