Mercato Processori Mobile in flessione: Qualcomm rimane leader, Samsung in calo

Mercato Processori Mobile in flessione: Qualcomm rimane leader, Samsung in calo

Il mercato dei processori mobile attraversa, come tutti gli altri settori, un periodo non particolarmente roseo. I disagi e i “danni” causati dalla pandemia si stanno facendo sentire e probabilmente avranno ripercussioni ancora maggiori, come del resto ci si aspetta per il mercato globale degli smartphone che ha chiuso un secondo trimestre 2020 in forte perdita.

Secondo l’ultimo studio condotto da Counterpoint, nel Q2 il mercato degli Application Processor per smartphone ha subito un calo altrettanto marcato e quantificato dagli analisti in un pesante -26%.

In cima alla classifica dei produttori di processori mobile rimane Qualcomm che, con un market share del 29%, non è immune a questa defaillance, perdendo comunque un 4% su base annua. Da parte sua, il colosso statunitense imputa questa flessione all’attuale situazione di Huawei; il ban degli Stati Uniti infatti, ha portato il colosso cinese ad utilizzare principalmente soluzioni HiSilicon, impattando quindi sui risultati di Qualcomm.

Non è tutto nero però per gli analisti di Counterpoint. Secondo lo studio infatti, l’avvento del 5G porterà a una crescita esponenziale del cloud gaming con un conseguente aumento di domanda di dispositivi mobili con buone prestazioni e un prezzo accessibile. I produttori si stanno già dando da fare in questo senso, proponendo ora dispositivi con display ad elevato refresh e GPU con frequenze sempre più spinte.

Si stima che a livello globale il mercato degli AP per smartphone dovrebbe spostarsi su una traiettoria di crescita da qui al 2021, continuando su questa strada per i prossimi tre anni. In questo contesto, Samsung fa invece segnare un calo a livello globale del 3% su base annua (eccetto negli USA dove cresce sensibilmente) mentre sia Mediatek che Apple guadagnano entrambe il 2% di market share.


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione