Nasce Amazon Luxury Stores, la sezione tutta dedicata ai brand di alta moda

Nasce Amazon Luxury Stores, la sezione tutta dedicata ai brand di alta moda

Federica Papagni16/09/2020 ore 11:44 – Aggiornato il 16/09/2020 ore 11:48

L’alta moda entra tra gli scaffali di Amazon. Il gigante dell’e-commerce ha da poco inaugurato Luxury Stores, un’esperienza di “negozio nel negozio” attualmente disponibile solo per i membri Prime di Amazon negli Stati Uniti. Considerandolo come un grandissimo centro commerciale online per i capi di sartoria di lusso, i marchi avranno così modo di poter esporre le loro creazioni nelle vetrine virtuali dell’app di Amazon. Per il suo lancio, è stata stretta una collaborazione con il brand Oscar de la Renta in occasione della quale gli acquirenti del Luxury Store hanno ottenuto l’accesso anticipato alle collezioni pre-autunno e autunno/inverno 2020 dello stilista, attualmente disponibili solo nelle boutique della casa di moda e sul sito Web.

Bisogna specificare che in virtù del concetto di “negozio nel negozio”, Amazon sarà semplicemente l’intermediario tra l’azienda di moda e gli acquirenti, infatti ogni marchio avrà il controllo sull’inventario, sulla selezione dei prodotti e sui prezzi. Inoltre, al di là dei marchi più conosciuti, le vetrine saranno messe a disposizione anche ai marchi emergenti di moda e bellezza di lusso.

LEGGI ANCHE: Apple Fitness+ è unica nel suo genere

Per aumentare il senso di coinvolgimento nell’esperienza di shopping, l’azienda ha pensato di realizzare una nuova funzionalità interettativa, che darà la possibilità agli utenti di poter ammirare dettagliatamente gli abiti selezionati a 360°, così da poter visualizzare meglio la vestibilità. Ora  la funzione è disponibile per i soli capi di Oscar de la Renta, ma l’obiettivo è quello di estenderla anche ad altri marchi.

È necessario sottolineare che Amazon Luxury Stores non sarà disponibile per tutti gli utenti, bensì per solo alcuni dotati di invito. Ovviamente, nelle intenzioni della società c’è non solo la volontà di estendere il servizio ad un numero sempre maggiore di brand di alta moda, ma anche ad più ampio pubblico di persone.

Via: The Verge

Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione