Netanyahu e delegazione costretti a quarantena 

Netanyahu e delegazione costretti a quarantena 
ESTERI<!– ESTERI –>

Netanyahu e delegazione costretti a quarantena

Fotogramma /Ipa

Il primo ministro Benyamin Netanyahu e sua moglie Sara, così come tutta la delegazione israeliana di ritorno da Washington, dovranno rimanere in quarantena per 5 giorni. Lo scrive Haaretz, aggiungendo che Netnyahu e gli altri hanno cercato di avere un’esenzione, ma le autorità sanitarie hanno accettato soltanto di ridurre il periodo. Ci sono state proteste, “ma tutti rimarranno a casa fino a lunedì”, ha detto una fonte citata dal giornale.

“); } else { document.write(“”); }

Le regole del governo israeliano impongono una quarantena di due settimane a chi ritorna da paesi a rischio contagio, come lo sono gli Stati Uniti. Netanyahu e la moglie non indossavano mascherine durante gli incontri alla Casa Bianca per la firma dell’accordo di Abramo, che normalizza i rapporti d’Isarele con Bahrein ed Emirati Arabi Uniti.

“); } else { document.write(“”); }


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione