Roma, bambino autistico lasciato fuori da scuola, il papà a Tgcom24: “Manca la maestra di sostegno, non è accettabile in un Paese civile”

Roma, bambino autistico lasciato fuori da scuola, il papà a Tgcom24: “Manca la maestra di sostegno, non è accettabile in un Paese civile”

15 settembre 2020 16:37

Davide è stato costretto a tornare a casa perché la sua insegnante non è ancora stata nominata: “Una situazione che si ripete ogni anno, questʼanno hanno usato come scusa la pandemia da Coronavirus”

‘), list = $(”).appendTo(box), sharedurl, encodedurl, i, l; sharedurl = shared.data(‘shared’); title = shared.data(‘title’); encodedurl = encodeURIComponent(resolve(sharedurl)); for (l = 0; l ‘).appendTo(list); if ($.isFunction(services[l].t)) { var r = services[l].t(shared); if (r) { li.append($(‘

‘).text(r)); } else { continue; } } else { li.append($(‘

‘).text(services[l].t)); } var s = services[l].s; var ul = $(”).appendTo(li); for (i in s) { if (s.hasOwnProperty(i)) { var url = s[i].u.replace(/^%url%/, sharedurl).replace(/%url%/g, encodedurl); if (i === ‘em’) { url = url.replace(/^%title%/, title).replace(/%title%/g, encodeURIComponent(title + ‘ – Tgcom24’)); } else { if (i === ‘msg’) { url += ‘&next=’ + encodedurl + ‘&app_id=206282216389866’; } else if (i === ‘msg_mob’) { url += ‘&app_id=206282216389866’; } } var link = $(‘‘ + s[i].n + ‘‘); if (s[i].p) { link.click(function(e) { var w = popup(this.href, i, 1000, 700); if (w) { e.preventDefault(); return false; } ; }); } ul.append($(‘

  • ‘).append(link)); } } } return box;
    } function create_sharebox(sharebox, frameEvent) { if ($(‘#overlay__share’).length === 0) { var overlay_sh = $(”); $(‘.d’).append(overlay_sh); } $(‘#overlay__share’).html(”); sharebox.appendTo(‘#overlay__share’); $(‘#overlay__y’).on(‘click tap’, function(e) {close_sharebox(e, frameEvent)}); $(‘#overlay__share’).css(‘opacity’, 1);
    } function close_sharebox(e, frameEvent) { sharebox = null; $(‘#overlay__share’).css(‘opacity’, 0); $(‘#overlay__share’).html(”).remove(); frameEvent.source.postMessage({ sentinel: “player-embed”, type: “emit”, actionName: “play” }, “*”);
    } function resolve(url) { var a = $(”).attr(‘href’, url); return a[0].href; } var services = [{ t: ‘Condividi su’, s: { fb: { n: ‘Facebook’, u: ‘https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=%url%’, p: true }, tw: { n: ‘Twitter’, u: ‘https://twitter.com/intent/tweet?url=%url%’, p: true }, wa: { n: ‘Whatsapp’, u: ‘https://api.whatsapp.com/send?text=Da%20TGCOM24:%20%url%’, p: true }, msg: { n: ‘Messenger’, u: ‘http://facebook.com/dialog/send?link=%url%’, p: true }, msg_mob: { n: ‘Messenger’, u: ‘fb-messenger://share/?link=%url%’, p: true }, tlg: { n: ‘Telegram’, u: ‘https://telegram.me/share/url?url=%url%’, p: true }, li: { n: ‘LinkedIn’, u: ‘https://www.linkedin.com/shareArticle?url=%url%’, p: true }, /* gp: { n: ‘Google+’, u: ‘https://plus.google.com/share?url=%url%’, p: true }, */ em: { n: ‘via email’, u: ‘mailto:?subject=%title%&body=Da%20Tgcom24:%20%url%’ } } }]; function popup(uri, win_name, width, height, x, y) { if (uri === “”) { return; } if (x == null) { x = parseInt(screen.width / 2, 10) – width / 2; } if (y == null) { y = parseInt(screen.height / 2, 10) – height / 2; } var optionstr, win, options = { resizable: ‘no’, scrollbars: ‘yes’ }, optnames = [‘resizable’, ‘scrollbars’], i, v, arg6 = arguments[6]; if ((typeof arg6 === ‘undefined’ ? ‘undefined’ : babelHelpers.typeof(arg6)) === ‘object’) { if (arg6.resizable) { options.resizable = arg6.resizable; } if (arg6.scrollbars) { options.scrollbars = arg6.scrollbars; } } optionstr = ”; for (i = 0; i

    “Non è come dicono tutti, quest’anno hanno solo utilizzato il Covid come una scusa. Sono cinque anni che mio figlio non riesce a fare il primo giorno di scuola perché non è stata assegnata nessuna insegnante di sostegno“. La denuncia a Tgcom24 arriva da Alessandro Fioriti – papà di Davide, 8 anni e una forma di autismo, che nel giorno del ritorno sui banchi non ha potuto salutare i suoi amichetti ed è stato costretto a tornare a casa. 

    Una situazione inaccettabile – “Quando si arriva a ridosso della scuola, le maestre non ci sono o non sono ancora formate”, continua Fioriti, “ed è un problema su scala nazionale. Siamo in contatto con altri genitori in condizioni simili alle nostre e tutti riscontrano le stesse dinamiche. I bambini disabili sono gli ultimi a essere presi in considerazione. In un Paese civile questo non è accettabile”. 

    Primo giorno di scuola mancato – Davide Fioriti frequenta la classe seconda alla scuola primaria Pio La Torre di Roma. Dopo aver riempito lo zaino e indossato il grembiule, è arrivato davanti all’istituto accompagnato dalla mamma. Nemmeno il tempo di salutare i compagni di classe che il bambino – affetto da una forma d’autismo – è stato costretto a tornare a casa perché non è stata ancora nominata la maestra di sostegno che dovrebbe accampanarlo nel corso di tutto l’anno scolastico. 



    Fonte originale: Leggi ora la fonte

    giornalissimo-redazione