Sebino Nela racconta la sua lotta contro il tumore: «Fra poco la quarta operazione, sono anni durissimi»

Sebino Nela racconta la sua lotta contro il tumore: «Fra poco la quarta operazione, sono anni durissimi»

17 settembre 2020 – 12:01

L’ex giallorosso ha parlato a cuore aperto del tumore, della paura e della speranza: «Non auguro a nessuno di fare tre anni di chemio».

di Redazione Sport

Sebino Nela racconta la sua lotta contro il tumore: «Fra poco la quarta operazione, sono anni durissimi»Sebino Nela racconta la sua lotta contro il tumore: «Fra poco la quarta operazione, sono anni durissimi»

«La mia battaglia dura da otto anni, fra dieci anni sarò sottoposto alla mia quarta operazione». Sebino Nela, ex difensore della Roma (fino all’anno scorso dirigente) ma anche di Genoa e Napoli, racconta la sua lunga e difficile battaglia contro la malattia.

«Non auguro a nessuno di fare tre anni di chemio, ci sono momenti in cui pensi di non poterne venire fuori, la cosa più importante è però la prevenzione, non bisogna avere paura di andare dal medico. In tutti questi anni ho approfondito molto la cosa, partecipo a iniziative che riguardano questa malattia, questo cancro, che fa numeri terribili, ogni anno. Non ci sono altre strade rispetto alla prevenzione» ha spiegato a Radio 2 nella trasmissione «I Lunatici».

‘); }

Nela in passato aveva parlato dei momenti più bui, dei brutti pensieri («Ho pensato al suicidio, ma non ho mai avuto il coraggio»), del desiderio di tornare a una vita normale. Combatte Sebino, circondato dalle sue donne: la compagna e le figlie. A Roma è ancora popolarissimo, ricordano le cavalcate sulla fascia destra: era nella squadra di Liedholm che vinse lo scudetto nel 1983. Con Bruno Conti, Falcao, Di Bartolomei e tutti gli altri.

Oggi ci mette la faccia e la voce per aiutare chi come lui sta lottando contro l’avversario più pericoloso: «Noi maschietti abbiamo più paura rispetto alle donne di andare dal medico, tendiamo a rimandare sempre alla settimana prossima, non andiamo volentieri dai medici, mentre oggi anche con un semplice prelievo si possono capire molte cose. Tra dieci giorni affronterò la mia quarta operazione, dobbiamo fare un po’ di pulizia, abbiamo trovato qualcosa che non va bene, c’è da ripulire un po’».

17 settembre 2020 (modifica il 17 settembre 2020 | 12:19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione