Vaccino occulto

Vaccino occulto

Sulla pagina del gruppo Facebook «No al vaccino al Covid 19» è apparso un post del seguente tenore: «Nel referendum sul taglio dei parlamentari sono inseriti in maniera occulta i vaccini e i TSO obbligatori, quindi chi vota autorizza la propria morte e quella degli altri». Non è dato sapere quali vaccini ci verrebbero proditoriamente inoculati, forse già in cabina elettorale, né perché sia stato aggiunto l’aggettivo «obbligatori» ai Trattamenti Sanitari Obbligatori, che così lo diverrebbero due volte. Quisquilie. La sostanza è che c’è grossa crisi, avrebbe detto un personaggio di Corrado Guzzanti, ma in fondo sapevamo anche questo. Il collegamento logico tra riduzione dei parlamentari e moltiplicazione dei vaccini è uno dei più spericolati mai proposti da mente umana. Con lo stesso principio si potrebbe dire che, votando No al taglio degli onorevoli, si ripristinerebbero le case chiuse e il battitore libero davanti al portiere: «in maniera occulta», si intende.

Volendo cercare il lato ironico di questa vicenda grottesca, i nuovi complottisti cercano di rovesciare l’esito abbastanza scontato di un referendum promosso proprio da quelli vecchi: i Cinquestelle, andati al potere in una nuvola di sirene, finti allunaggi e scie chimiche che da un paio d’anni sono diventati argomenti da establishment. Rispetto ai loro eredi, verrebbe da dire che i ragazzi di Grillo erano dei dilettanti, se non fosse che lo prenderebbero per un complimento.

17 settembre 2020, 07:00 – modifica il 17 settembre 2020 | 07:00


Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione