Venezia, un diario con Zaia supereroe anti-Covid distribuito davanti alle scuole. Il Pd: “È propaganda tra i bambini”

Venezia, un diario con Zaia supereroe anti-Covid distribuito davanti alle scuole. Il Pd: “È propaganda tra i bambini”

VENEZIA – Nel Magico Mondo del Veneto ci sono il governatore Luca Zaia, il presidente Roberto Ciambetti e la dottoressa Francesca Russo. Il Magico Mondo del Veneto è un diario per i bambini delle scuole primarie, in cui si cerca di spiegare la difficile battaglia della Regione Veneto contro il nemico coronavirus. Un viaggio simbolico attraverso le sette province, tra principi, fate e personaggi delle fiabe. Un mondo della fantasia, con colori pastellati, dove però ci sono soltanto tre personaggi riconoscibili: Zaia governatore del Veneto, Ciambetti presidente del consiglio regionale e la Russo direttore del Dipartimento di Prevenzione.

Venezia, un diario con Zaia supereroe anti-Covid distribuito davanti alle scuole. Il Pd: "È propaganda tra i bambini"

Tra tutti i maghi che  potevano popolare una fiaba sul Covid-19 manca però il più importante: il mago dei tamponi. Che guarda caso è Andrea Crisanti, direttore di Microbiologia a Padova, ormai da tempo in polemica con il governatore Zaia che non gli riconosce il merito del “modello Vo'”. C’è poi un altro piccolo particolare che sfugge in questa storia di dame e cavalieri, ambientata tra Padova, Verona, Vicenza, Rovigo, Belluno, Venezia e Treviso: che tra pochi giorni ci saranno le elezioni regionali e non sono stati concepiti né il cavalier Lorenzoni e nemmeno la principessa Sbrollini o il druido Cappelletti.

Insomma, nessuno degli altri otto candidati che si sono cimentati nella difficile sfida al governatore in carica (per cui gli ultimi sondaggi pubblicati ipotizzano il 70% dei consensi). Nel primo giorno di scuola, a Venezia in zona Giudecca, i bambini hanno ricevuto in regalo questo libro a fumetti che è anche un diario. Tutto bene inizialmente, grandi sorrisi, fino a che il libretto non è finito in mano a una insegnante che ha esternato la sua indignazione. E da quel momento la notizia del diario pro-Zaia si è diffusa in rete con tutta l’indignazione del caso.

Venezia, un diario con Zaia supereroe anti-Covid distribuito davanti alle scuole. Il Pd: "È propaganda tra i bambini"

“Credo sia inutile ogni commento” dice Alessia Rotta, deputato dem veronese. “Mi chiedo solo una cosa: vogliono l’autonomia scolastica per fare queste stupidaggini?”. Duro anche il commento di Emanuele Fiano, della segreteria nazionale del Pd: “Fare propaganda con i bambini delle elementari, al loro primo giorno di scuola. Non ho parole”.  L’ideatrice del progetto, la brasiliana Gesusleny Gomez, che vive a Verona ormai da anni e che si è fatta conoscere per le sue camminate attraverso le piazze del Veneto, cerca di metterci una pezza.

“Questo diario è realizzato tutto con soldi di privati e, soprattutto, è ormai alla terza edizione. Cosa dovevo fare quest’anno? Non farlo perché ci sono le elezioni regionali?”. Dunque funziona più o meno così. Gesusleny, grazie all’azienda del marito imprenditore veronese, realizza questo diario con i disegni dell’artista Valentino Villanova. Ne stampa circa 15 mila copie ogni anno. I costi di realizzazione sono in carico ai privati, poi se qualcuno lo vuole partecipa alle spese per la stampa. L’hanno fatto numerosi comuni del veronese, come per esempio Bardolino ma anche enti come l’Aci e lo scorso anno pure la Provincia di Padova.

Davanti alle scuole della Giudecca si è preoccupato della distribuzione Manuel Bognolo, pescatore veneziano convinto di fare un regalo ai giovani studenti. “Credo che siano tutte polemiche inutili”, commenta l’ideatrice.  



Fonte originale: Leggi ora la fonte

giornalissimo-redazione